PASSO SUBLIME

240,00 €
Tasse incluse

PASSO SUBLIME

Con la naturale lentezza del passo in ascesa vi portiamo a piedi sullo Spluga, lungo l’antica via che unisce la preziosa Chiavenna, Città slow e Bandiera Arancione, alla Svizzera. Come è stato per secoli, il mondo di cultura tedesca si mescola con l’area mediterranea di cui lo Spluga è stato una delle porte.

Una proposta di vacanza breve e attiva per salire e attraversare la vertiginosa Gola del Cardinello, che nei secoli ha affascinato viaggiatori e ispirato pittori e scrittori da tutta Europa.. fino a raggiungere il PASSO SUBLIME.

Quantità

Prima dell'acquisto del pacchetto, ti consigliamo di verificare la disponibilità alberghiera contattando i nostri uffici. Sapremo consigliarti e supportarti nell'organizzazione della tua vacanza trekking: info@viaspluga.com 

GIORNO 1: CHIAVENNA

Arrivo a Chiavenna, Città Slow e Bandiera Arancione del touring Club Italiano.
Nobile approdo dove si intrecciano scorci suggestivi e percorsi ricchi di storia. Patria dei "crotti".
Al momento del check in l´hotel fornirà il Welcome Kit contenente il materiale informativo e i voucher (per hotel e ingresso ai musei).
Primo pernottamento.

GIORNO 2: CHIAVENNA - ISOLA

Dopo aver attraversato il ricco centro storico di Chiavenna, si sale lungo la solatia sponda di Pianazzola che domina sul borgo fino a prendere il sentiero che conduce a San Giacomo Filippo.
Da qui si sale di nuovo, seguendo il fiume Liro, fino a raggiungere Cimaganda, con i suoi macigni giganteschi, ottima palestra per gli appassionati di arrampicata.
Un tratto particolarmente interessante per quanto riguarda la vegetazione che, passando per il minuscolo abitato di Vho porta alla frazione di Campodolcino "Portarezza".
A Campodolcino suggeriamo una visita all'EcoMuseo della viaSpluga. Il sentiero segue di nuovo il fiume Liro e passa di fianco alla cascata di Pianazzo per poi raggiungere in salita il muraglione della diga di Isola.

GIORNO 3: ISOLA - MONTESPLUGA

Lasciate le case di Isola si imbocca la stradina che sale il versante idrografico destro della valle, più favorito dal sole.
Si raggiungono i nuclei abitati di Mottaletta e quindi Rasdeglia. Il sentiero si inoltra nella gola e supera il torrente Liro e più avanti giunge al piede del tratto più spettacolare, scalpellato nella viva roccia.
La mulattiera continua sul fianco della gola.
Nel tratto terminale, prossimo alla diga, si cammina su una perfetta selciatura che serpeggia fra i massi levigati dagli antichi ghiacciai.
Da qui, costeggiando il bacino artificiale, si arriva facilmente all'abitato di Montespluga.

GIORNO 4: MONTESPLUGA

Una volta arrivati a Montespluga è possibile salire a piedi e raggiungere il Passo Spluga.
(Considerare altri 40 minuti di cammino, dislivello +210 m/sviluppo Km 2,200).
Al passo oppure nel villaggio di Montespluga è possibile prendere l'autobus e ritornare a Chiavenna, dove pernottare l'ultima notte.